Australian Bush Flowers: benessere olistico

Dopo le scoperte sui fiori di Bach arrivano le vibranti proprietà del BUSH australiano grazie ad Ian White. L’energia della Terra cambia, l’essere umano continua il suo percorso e i fiori ci svelano altri “segreti”.

I fiori australiani sono stati scoperti da Ian White che fin da piccolo è stato istruito ad entrare in sintonia con il mondo della natura. L’Australia è la terra più antica del mondo e non ancora del tutto scoperta, dal punto di vista naturale-botanico, soprattutto al suo interno. Nel suo sconfinato territorio possiede numerose specie vegetali e animali scomparse da millenni nel resto del mondo.

In particolare, il Bush, la caratteristica boscaglia di eucalipti e di profumi aromatici, è la casa dei fiori australiani secondo lo scopritore Ian White.

I fiori sono la parte più dinamica della pianta e quelli del Bush, territorio incontaminato e pulito, sono magicamente ricchi di energia e forza vitale. Già gli Aborigeni sapevano di questa potenza e usavano la rugiada mattutina dei fiori per il loro benessere e, anche oggi, nelle loro pratiche utilizzano l’energia dei fiori.

 

Da un punto di vista chimico le essenze floreali sono composte di acqua e alcol usato come conservante, non contengono principi attivi fisici. Il meccanismo d’azione segue il principio di risonanza: ogni essenza ha una sua vibrazione caratteristica che può entrare in risonanza con una corrispondente frequenza in squilibrio all’interno dell’organismo umano. In un tempo variabile da pochi giorni ad alcuni mesi l’organismo riallinea la sua frequenza distonica a quella suggerita dall’essenza assunta.

 

I fiori australiani non vanno considerati come un’alternativa a quelli di Bach ma sono un armonica integrazione, un ampliamento dei doni della natura per imparare a stare bene con noi stessi. Vengono preparati con un metodo simile a quello degli altri repertori floreali e la scelta dei fiori da usare è basata sull’osservazione dell’emozioni e degli stati d’animo.

L’ assunzione avviene come per quelli di Bach, ma solo due volte al giorno e nella dose di 7 gocce. Utili anche per applicazioni cutanee aggiunti a creme, gel o oli per trattare un problema specifico del corpo.

La durata del trattamento dipende dalla risposta individuale ma i primi risultati si vedono già nelle prime due settimane. Alcuni fiori particolarmente energici come Waratah danno risultati consci già in qualche giorno.

Esattamente come per i fiori di Bach, anche gli Australian Bush Flower sono utili a tutti per ritrovare l’equilibrio psicofisico e agiscono grazie alla loro energia ad altissima frequenza che risuona con il nostro campo energetico.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *